Pubblicato il 2018-11-30

Compliance multinazionale in Italia ed in Russia: L'esperienza di Isopan RUS

Isopan RUS, controllata del Gruppo Manni, leader nella produzione di pannelli isolanti, ha adottato il modello organizzativo di compliance multinazionale già presente nella Capogruppo, che consente di osservare contemporaneamente le norme italiane e russe sulla Responsabilità Amministrativa degli Enti.



Già da anni le aziende italiane ed estere controllate da Manni Group S.p.a., hanno adottato Cloudgovernance 2.0, il sistema di gestione multinazionale della corporate governance. Il modello organizzativo del Gruppo quindi, partendo dai requisiti del D.lgs. 231/2001, ha esteso il modello di compliance alle controllate estere, consentendo un controllo integrato e dinamico dell'organizzazione per il rispetto delle normative.
In questo si inserisce l'esigenza di intervenire anche nei confronti della controllata russa, che ha varato in questi giorni la versione definitiva del nuovo modello organizzativo.
Nel tentativo di rafforzare gli strumenti di contrasto alla corruzione, dotandoli di maggiore effettività, il legislatore russo ha stabilito l’obbligo per gli enti giuridici di adottare “misure di prevenzione della corruzione” (nell’art. 13.3 della legge federale contro la corruzione). Questo obbligo organizzativo è stato ulteriormente precisato nei suoi contenuti, dovendo consistere le misure preventive nella:
1) identificazione delle unità o soggetti responsabili per la prevenzione della corruzione e degli illeciti correlati, siano essi penali ovvero amministrativi;
2) organizzazione della collaborazione con la pubblica autorità, là dove, ad esempio, vengano richieste informazioni all’ente o svolte altre indagini;
3) adozione e concreta attuazione di regole e procedure per il corretto esercizio delle attività dell’ente in conformità alla legge, vale a dire secondo parametri di “due diligence”;
4) adozione di un codice etico e professionale da diffondere tra i dipendenti dell’ente;
5) prevenzione e soluzione di eventuali conflitti di interesse;
6) eliminazione dei sistemi informali di scambio e registrazione delle informazioni, per prevenire l’uso di documenti falsi.


Pubblicato il 2017-03-22

La richiesta e l'ottenimento del rating di legalità

Sempre più imprese sono interessate all’ottenimento delle “stellette del rating di legalità. Cosa significa? Vediamolo nella spiegazione data direttamente da AGCOM.



Il rating avrà un range tra un minimo di una ‘stelletta’ a un massimo di tre ‘stellette’, attribuito dall’Autorità sulla base delle dichiarazioni delle aziende che verranno verificate tramite controlli incrociati con i dati in possesso delle pubbliche amministrazioni interessate.

Una ‘stelletta’

Per ottenere il punteggio minimo l’azienda dovrà dichiarare che l’imprenditore e gli altri soggetti rilevanti ai fini del rating (direttore tecnico, direttore generale, rappresentante legale, amministratori, soci) non sono destinatari di misure di prevenzione e/o cautelari, sentenze/decreti penali di condanna, sentenze di patteggiamento per reati tributari ex d.lgs. 74/2000, per reati ex d.lgs. n. 231/2001, per i reati di cui agli articoli 346, 346 bis, 353, 353 bis, 354, 355 e 356 del codice penale e per il reato di cui all’art. 2, commi 1 e 1 bis del d.l. n. 463/1983, convertito dalla legge n. 638/1983. Per i reati di mafia, oltre a non avere subito condanne, non deve essere stata iniziata azione penale ai sensi dell'art. 405 c.p.p., né l'impresa dovrà essere destinataria di comunicazioni o informazioni antimafia interdittive in corso di validità. Nei confronti dell'impresa, inoltre non dovrà essere stato disposto il commissariamento in base al d.l. n.90/2014 successivamente convertito in legge. L’impresa stessa non deve essere destinataria di sentenze di condanna né di misure cautelari per gli illeciti amministrativi dipendenti dai reati di cui al citato d.lgs. n. 231/2001.

L’impresa non dovrà inoltre, nel biennio precedente la richiesta di rating, essere stata condannata per illeciti antitrust gravi o per violazioni del codice del consumo, per mancato rispetto delle norme a tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, per violazioni degli obblighi retributivi, contributivi, assicurativi e fiscali nei confronti dei propri dipendenti e collaboratori. Non dovrà inoltre avere subito accertamenti di un maggior reddito imponibile rispetto a quello dichiarato, né avere ricevuto provvedimenti di revoca di finanziamenti pubblici per i quali non abbia assolto gli obblighi di restituzione e non essere destinataria di provvedimenti di accertamento del mancato pagamento di imposte e tasse. Dovrà inoltre dichiarare di non essere destinataria di provvedimenti sanzionatori dell’ANAC di natura pecuniaria e/o interdittiva e che non sussistono annotazioni nel Casellario informatico delle imprese di cui all’art. 8 del D.P.R. n. 207/2010 che implichino preclusioni alla stipula di contratti con la Pubblica amministrazione o alla partecipazione a procedure di gara o di affidamento di contratti pubblici di lavori, servizi o forniture.
L’impresa dovrà inoltre dichiarare di effettuare pagamenti e transazioni finanziarie di ammontare superiore alla soglia di mille euro esclusivamente con strumenti di pagamento tracciabili.

Da due a tre ‘stellette'

Il regolamento prevede ulteriori requisiti che, se rispettati, garantiranno alle imprese il punteggio massimo di 3 stellette. Se ne verranno rispettati almeno 6 si otterranno due stellette. In particolare le aziende dovranno:

- rispettare i contenuti del Protocollo di legalità sottoscritto dal Ministero dell’Interno e da Confindustria, delle linee guida che ne costituiscono attuazione, del Protocollo sottoscritto dal Ministero dell’Interno e dalla Lega delle Cooperative , e a livello locale dalle Prefetture e dalle associazioni di categoria;
- utilizzare sistemi di tracciabilità dei pagamenti anche per importi inferiori rispetto a quelli fissati dalla legge;
- adottare una struttura organizzativa che effettui il controllo di conformità delle attività aziendali a disposizioni normative applicabili all’impresa o un modello organizzativo ai sensi del d.lgs. 231/2001;
- adottare processi per garantire forme di Corporate Social Responsibility;
- essere iscritte in uno degli elenchi di fornitori, prestatori di servizi ed esecutori di lavori non soggetti a tentativi di infiltrazione mafiosa;
- avere aderito a codici etici di autoregolamentazione adottati dalle associazioni di categoria;
- aver adottato modelli organizzativi di prevenzione e di contrasto della corruzione.
Sarà valorizzata anche la denuncia, all’autorità giudiziaria o alle forze di polizia, di reati previsti dal Regolamento commessi a danno dell’imprenditore o dei propri familiari e collaboratori, qualora alla denuncia sia seguito l’esercizio dell’azione penale.
(Rif: sito AGCOM)


Pubblicato il 2016-02-07

I nuovi reati presupposto: i reati Ambientali

Un nuovo impulso alla tutela dell'ambiente, coincide con la predisposizione di idonee misure di prevenzione, alla luce della novella legislativa



La Legge n. 68 del 22 maggio 2015 (entrata in vigore dal 29 maggio 2015) introduce nel Codice penale il titolo VI-bis "Dei Delitti contro l’ambiente”, con nuove fattispecie di reato.
Per quel che riguarda la responsabilità̀ da reato degli enti, la riforma interviene anche sull’art. 25-undecies del Decreto 231, aggiungendo le nuove fattispecie tra i reati presupposto e relative sanzioni, nello specifico:
− inquinamento ambientale (art.452-bis), sanzione pecuniaria da duecentocinquanta a seicento quote;
− disastro ambientale (art. 452 –quater), sanzione da quattrocento a ottocento quote;
− delitti colposi contro l’ambiente (art.452 –quinquies), sanzioni da duecento a
cinquecento quote;
− circostanze aggravanti (art. 452 –octies), sanzioni da trecento a mille quote;
− traffico e abbandono di materiale ad alta radioattività̀ (arti. 452-sexies) sanzioni da duecentocinquanta a seicento quote.
Nei casi di condanna per i delitti di inquinamento e disastro ambientale, la persona giuridica è inoltre soggetta alle sanzioni interdittive.


Pubblicato il 2016-06-07

Il reato di Autoriciclaggio

Le innovazioni di rilievo nella gestione del sistema di Corporate Governance dopo la novella del 2015. Prime ipotesi di applicazione



La legge n. 186/2014, approvata lo scorso dicembre per disciplinare il meccanismo della cd. voluntary disclosure, diretto a favorire il rientro dei capitali detenuti all'estero, ha introdotto un nuovo reato nell’ordinamento italiano, il cosiddetto Autoriciclaggio.
Il reato (nuovo art. 648-ter.1, c.p.) punisce colui che impiega, sostituisce, trasferisce in attività economiche, finanziarie, imprenditoriali o speculative il denaro, i beni o le altre utilità derivanti dal delitto non colposo (di seguito, anche “reato-base”) che lo stesso ha commesso o concorso a commettere. Ciò a condizione che la condotta sia idonea a ostacolare concretamente l’identificazione della provenienza illecita della provvista.
Fermo restando che si prevede la non punibilità delle condotte di mero utilizzo o godimento personale della provvista illecita, in linea con l’assunto per cui tali ipotesi costituiscono la naturale prosecuzione del reato-base (il c.d. post factum non punibile).
La nuova disciplina incontra l’interesse dell’Organismo di Vigilanza di Kinetika Sardegna poiché è stato inserito tra i reati presupposto della responsabilità amministrativa degli enti ai sensi del Decreto legislativo n. 231/2001 (art. 25-octies).
Le nuove previsioni sono oggetto a tutt’oggi di un vivace dibattito dottrinale, in assenza di applicazioni giurisprudenziali significative, dal momento che la portata applicativa delle stesse appare a molti piuttosto vasta, consentendo di introdurre de facto molte fattispecie finora escluse dalla qualifica di reato presupposto.
A titolo di esempio possiamo indicare che, sulla scorta di alcuni orientamenti della giurisprudenza in tema di riciclaggio, se il reato tributario dell'infedele dichiarazione è compiuto dall'amministratore nell'interesse della società, il risparmio di imposta si confonde nel patrimonio sociale e quindi si configura in via automatica il reimpiego in attività economica. Pertanto, se questa impostazione dovesse essere confermata anche in materia di autoriciclaggio, l’amministratore autore della dichiarazione infedele potrebbe essere chiamato a rispondere anche per l’autoriciclaggio, ad esempio, per aver pagato i dipendenti con la provvista illecita, anche laddove non si sia attivato per far perdere la traccia del collegamento tra il delitto-base e l’utilità.
Si auspica che non si incorra in imputazioni automatiche per autoriciclaggio e che si dia seguito alle intenzioni del legislatore, richiamate anche da una parte della dottrina, interpretando con rigore l’art. 648-ter.1 e, quindi, valorizzando l’elemento più caratterizzante delle condotte di riciclaggio, vale a dire l’idoneità a nascondere la natura illecita dei proventi. Questo approccio consentirebbe, infatti, di escludere la configurazione in concreto dell’autoriciclaggio nei casi in cui non è possibile identificare e isolare dal patrimonio del contribuente il provento illecito oggetto delle successive operazioni di reimpiego, sostituzione o trasferimento.



NEWS


Wednesday 20 March 2019

Brivido e tensioni sui negoziati per la Brexit

Fra poco più di una settimana scadrà il termine per l'uscita del Regno Unito dal...
leggi tutto

Monday 25 February 2019

Una nuova applicazione DLT blockchain per la supply chain

I ricercatori di Istituto ISR, insieme agli esperti di Bi4Lab, hanno realizzato ...
leggi tutto

Thursday 09 November 2017

Modello organizzativo 231: Nessuna responsabilità della Holding?

I recenti orientamenti di dottrina e giurisprudenza in materia di responsabilità...
leggi tutto

Friday 07 April 2017

Elenco di imprese con il rating di legalità

Ecco sul sito di AGCOM la lista aggiornata delle imprese dotate di rating ed il ...
leggi tutto

Wednesday 03 September 2014

Introdotto il rating di legalità

Le aziende oggi possono aderire ad un nuovo efficace strumento di verifica e at...
leggi tutto

Tuesday 26 November 2013

Il diritto d'autore on line. Quali diritti, quali tutele e quali responsabilità?

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-11-21/giornali-diffusi-siti-accusati...
leggi tutto

Tuesday 26 November 2013

Roma. Truffa ai danni dell'Unione Europea per 9 miliardi di euro.

http://www.castellinews.it/index.asp?id=31193&act=v&2060#
leggi tutto

Thursday 14 November 2013

Falsa rappresentazione delle scritture contabili per Apple

http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/2013/11/13/981605-apple-frode-fiscale-inch...
leggi tutto

Tuesday 22 October 2013

Società, bilancio, comunicazioni false, amministratore, responsabilità, ente

Cassazione penale , sez. III, sentenza 27.06.2013 n° 28164
leggi tutto

Friday 11 October 2013

Approvata la legge sul femminicidio: La responsabilità 231 dovrà fare a meno della privacy

Stralciate le disposizioni in materia di furto dell'identità personale che avreb...
leggi tutto

Thursday 10 October 2013

Il caso del porto di Molfetta. Due articoli per comprendere la vicenda.

http://www.ravennaedintorni.it/ravenna-notizie/39303/molfetta-truffa-da-150-mili...
leggi tutto

Tuesday 08 October 2013

Riva acciaio: nuovi pagamenti

http://www.milanofinanza.it/news/dettaglio_news.asp?id=201310070856229802&chkAge...
leggi tutto

Tuesday 08 October 2013

Casa di cura a Udine. Ipotesi di abuso d’ufficio e truffa

http://messaggeroveneto.gelocal.it/cronaca/2013/10/06/news/dialisi-nella-casa-di...
leggi tutto

Tuesday 08 October 2013

sono ripartiti gli stabilimenti di riva acciaio.

http://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2013-10-01/riva-acciaio-ripar...
leggi tutto

Friday 04 October 2013

Merrill Lynch: ipotesi di truffa aggravata.

La Procura di Verona ha disposto ieri il sequestro per un importo di 15 milioni ...
leggi tutto

Tuesday 10 September 2013

Novità in tema di responsabilità "231"

Nelle disposizioni urgenti in materia di sicurezza e per il contrasto della viol...
leggi tutto

Tuesday 10 September 2013

Il caso Eternit. Depositate le motivazioni.

Il 3 giugno scorso i giudici condannavano Stephan Schmidheiny a 18 anni per l'ac...
leggi tutto

Tuesday 10 September 2013

Torino. Processo per omicidio colposo. Indagati 16 ex dirigenti RAI.

Su segnalazione dell'Osservatorio Tumori, la Procura di Torino ha già concluso l...
leggi tutto

Monday 02 September 2013

Fonsai. La famiglia Ligresti ed altri ex top manager accusati di frode.

Salvatore Ligresti e le due figlie sono stati arrestati con l'accusa di falso in...
leggi tutto

Tuesday 23 July 2013

Per il delitto tributario risponde il rappresentante legale della società

http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2013-07-22/esclusa-confisca-socie...
leggi tutto

Tuesday 23 July 2013

regole più rigide anche quando si parla di formazione. Un esempio dalla REgione Sicilia

http://www.gds.it/gds/sezioni/politica/dettaglio/articolo/gdsid/275953/
leggi tutto

Tuesday 23 July 2013

Milano. Il GUP Varanelli ha rinviato a giudizio 11 ex manager Pirelli nel procedimento per la morte

http://www.inail.it/internet/salastampa/SalastampaContent/PeriGiornalisti/news/p...
leggi tutto

Tuesday 23 July 2013

Strage di Viareggio. Sicurezza sul lavoro. Rinviate 9 società a giudizio.

http://www.inail.it/internet/salastampa/SalastampaContent/PeriGiornalisti/news/p...
leggi tutto

Monday 08 July 2013

Eni. Si chiude dopo sette anni la vicenda "Misura gas"

http://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2013-07-06/prosciolta-inchies...
leggi tutto

Monday 08 July 2013

Comunicazioni INAIL

Dal 1 luglio, per i rapporti con le aziende, INAIL fa esclusivo ricorso ai servi...
leggi tutto

Monday 08 July 2013

Il Decreto Lavoro 76/2013 e gli aumenti previsti in tema di sicurezza sul lavoro

con il decreto lavoro, dal 1 luglio sono aumentate circa del 10% le sanzioni per...
leggi tutto

Monday 08 July 2013

Le nuove competenze dell’Autorità garante per la concorrenza e per il mercato

http://www.diritto24.ilsole24ore.com/civile/civile/primiPiani/2013/07/il-legisla...
leggi tutto

Monday 08 July 2013

Rinvio a giudizio per Cimino. Il caso CApe Live.

http://www.borsaitaliana.it/borsa/notizie/radiocor/finanza/dettaglio/nRC_0807201...
leggi tutto

Wednesday 26 June 2013

Hypo Alpe Adria Bank spa

La banca, in virtù del decreto legislativo 231/01, risponde per reati commessi d...
leggi tutto

Wednesday 26 June 2013

Una nuova forma di dialogo tra Fisco e Multinazionali di grandi dimensioni.

Da ieri è possibile aderire a questo progetto pilota dell'agenzia delle entrate ...
leggi tutto

Wednesday 26 June 2013

Sicurezza sul lavoro.

Il tema affrontato è stato affrontato in un incontro degli imprenditori modenesi...
leggi tutto

Friday 21 June 2013

Geymonat. contraffatti mediciali per bambini.

http://www.ansa.it/web/notizie/specializzati/saluteebenessere/2013/06/19/Farmaco...
leggi tutto

Wednesday 19 June 2013

Oggi si apre il processo a Finmeccanica e Agusta Westland per il reato di corruzione internazionale

http://www.borsaitaliana.it/borsa/notizie/radiocor/finanza/dettaglio/nRC_1806201...
leggi tutto

Wednesday 19 June 2013

il Profit warnig di Saipem

http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2013-06-18/filo-linchiesta-prof...
leggi tutto

Thursday 13 June 2013

La Società Messina è indagata, ai sensi della 231, per violazione delle norme sulla sicurezza del la

leggi tutto

Thursday 13 June 2013

Documenti INAIL

La Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro ha app...
leggi tutto

Thursday 13 June 2013

Documenti INAIL

Un altro importante documento INAIL riguardante le malattie professionali. "Att...
leggi tutto

Monday 03 June 2013

Le motivazioni della sentenza d'appello Thyssenkrupp

Sono state depositate il 29 maggio 2013 le motivazioni della sentenza messa il 2...
leggi tutto

Wednesday 29 May 2013

Corte di Cassazione. III sezione penale. Sentenza 22980/2013. .

Non si può disporre il sequestro preventivo (previsto dal d.lgs. 231/2001) su be...
leggi tutto

Tuesday 21 May 2013

Corte di Cassazione. Sentenza n. 21628 della Quarta sezione penale.

Sentenza n. 21628 Corte di Cassazione - Quarta sezione penale realtiva ad un inc...
leggi tutto

Monday 20 May 2013

"Compro oro". L'equità del business garantita anche dall'adozione delle prescrizioni del D. Lgs. 231

leggi tutto

Monday 20 May 2013

Trani. Amet. Tre arresti per reato di turbata libertà del procedimento di scelta del contraente nell

leggi tutto

Tuesday 14 May 2013

Corte di Cassazione. Sentenza n. 20060 del 9 maggio 2013

Nel caso Citibank Parmalat, la V sezione penale della Corte di Cassazione, con l...
leggi tutto

Tuesday 14 May 2013

FonSai. Le accuse sono di falso in bilancio, manipolazione del mercato e falso in prospetto.

http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2013-05-14/buco-milioni-riserve...
leggi tutto

Tuesday 07 May 2013

La confisca del risparmio illecito

Nel caso di evasione fiscale dell'amministratore, la Corte di Cassazione con la ...
leggi tutto

Monday 18 February 2013

MPS: Il reato contestato è quello di "market abuse", nei confronti dei vertici

Da venerdì scorso, sul tavolo del pubblico ministero della Procura di Siena Anto...
leggi tutto

Friday 15 February 2013

Caso Finmeccanica. Il Governo Indiano revoca l'ordine degli elicotteri

Il governo dell'India ha avviato la procedura di cancellazione della commessa da...
leggi tutto

Friday 15 February 2013

Dimissioni del presidente di Finmeccanica arrestato nei giorni scorsi

Giuseppe Orsi si è dimesso dalla carica di presidente e di componente del Cda di...
leggi tutto

Monday 04 February 2013

Rifiuti radioattivi a Taranto

A poca distanza dalla città di Taranto, nel comune di Statte, si trova dal 2000 ...
leggi tutto

Wednesday 30 January 2013

Caso MPS: la Procura di Trani indaga per 231

Su Monte dei Paschi di Siena pende anche la scure della legge 231 sulla responsa...
leggi tutto

Monday 28 January 2013

Il ritorno del MUD

Dal Mud al Sistri e ritorno. Con la pubblicazione di fine anno del decreto del p...
leggi tutto

Monday 28 January 2013

In attesa della sentenza in Appello per il caso Thyssen

La Corte di Appello di Torino sta per emettere la sentenza di gravame sul caso T...
leggi tutto

Wednesday 31 October 2012

Anticorruzione: è legge.

Con l'apposizione del voto di fiducia il Governo ha ottenuto il varo definitivo...
leggi tutto

Thursday 18 October 2012

Con il voto di fiducia il Senato ha approvato il ddl anticorruzione

ROMA - Il Senato ha approvato il ddl anticorruzione nel suo complesso, con il ma...
leggi tutto

Thursday 11 October 2012

Prosegue il percorso al Senato del Ddl Anticorruzione. Verso una soluzione senza la fiducia.

Nella notte tra martedì e mercoledì il Consiglio dei ministri ha deciso di poten...
leggi tutto

Monday 01 October 2012

Prosegue il tormentato iter del ddl anticorruzione. Anche Flavio Tosi firma la petizione

Dall'associazionismo cattolico - con il presidente delle Acli Andrea Olivero - a...
leggi tutto

Tuesday 04 September 2012

Ratificata la Convenzione di Strasburgo sulla lotta alla corruzione

La legge che, come si legge nel Preambolo, mira a rendere efficace la lotta alla...
leggi tutto

Saturday 14 July 2012

Nuovi reati presupposto: per reato di immigrazione clandestina. Multe fino a 150.000 Euro

Da oggi nuove sanzioni per le persone giuridiche che impiegano cittadini stranie...
leggi tutto

Friday 13 April 2012

Introdotto il reato di corruzione fra privati: nuova fattispecie 231

Nuovi reati di corruzione, che l'Europa, con la convenzione di Strasburgo del '9...
leggi tutto

Thursday 29 March 2012

Legge 24 febbraio 2012, n. 14

È stata pubblicata nel supplemento ordinario n. 36 della Gazzetta Ufficiale n. 4...
leggi tutto

Thursday 29 March 2012

Lombardia, finanziamenti per le reti di impresa e l'innovazione tecnologica

E' di ben 11 milioni di euro lo stanziamento messo a disposizione da Regione Lom...
leggi tutto

Thursday 29 March 2012

Lombardia, finanziamenti per le reti di impresa e l'innovazione tecnologica

Nuovi modelli d'impresa lombarde - ha detto l'assessore al Commercio, Turismo e ...
leggi tutto

Sunday 25 March 2012

compliance multinazionale: Le aziende veronesi che operano all'estero si tutelano

VERONA - Le controllate estere del Gruppo Manni hanno implementato modelli organ...
leggi tutto

Wednesday 15 February 2012

Pietro Domenichini: reti d'impresa ad HBTY

Il Direttore di Istituto ISR, Pietro Domenichini, sarà fra i relatori della tavo...
leggi tutto

Wednesday 11 January 2012

Accordo trovato dalla Conferenza Stato Regioni sui nuovi obblighi formativi in materia di Igiene e S

la Conferenza permanente per i rapporti tra Stato, le Regioni e Province autonom...
leggi tutto

Monday 01 August 2011

il punto su 231 e sistemi di gestione

la circolare del Ministero del Lavoro n. 15816 del 11/7/2011 ha chiarito con est...
leggi tutto

Monday 11 July 2011

Il consiglio dei Ministri ha approvato il recepimento delle direttive 2008/99 e 2009/123 a tutela de

Roma, 11 Lug - Il Consiglio dei Ministri ha approvato il 07 luglio 2011 il provv...
leggi tutto